Visite

Visita Fisiatrica

La visita fisiatrica nell’ambulatorio di riabilitazione ortopedica e sportiva è una valutazione medica specialistica che viene prescritta in caso di disturbi a carico dell’apparato osteoarticolare derivanti da patologie acute o croniche, da processi infiammatori, da un trauma o da un intervento chirurgico ortopedico.

Il medico, in base alla storia del paziente e all'ispezione clinica che viene svolta in sede di visita fisiatrica, potrà essere in grado di fare una diagnosi, richiedere eventuali accertamenti e prescrivere un percorso di cure riabilitative con l’obiettivo di curare la malattia e di rieducare il soggetto al recupero delle autonomie della vita precedenti alla malattia stessa.


Visita Reumatologica

La visita reumatologica è una visita medica che viene eseguita dal medico specialista reumatologo. Essa ha come obiettivo l’individuazione della malattia reumatica e la scelta della cura più appropriata.

La visita reumatologica serve per diagnosticare le patologie interessanti il tessuto connettivo, le articolazioni (e le strutture articolari) e le ossa, che non siano direttamente derivanti da traumi.
La maggior parte di queste patologie ha un’origine infiammatoria, come le artriti e le connettiviti, altre derivano da una degenerazione delle articolazioni, che inizia da un danno della cartilagine, come l’artrosi.
Fanno parte delle malattie reumatiche anche le patologie che interessano i vasi (arterie e vene), le cosiddette arteriti – la cui sintomatologia è estremamente varia e dipende dal vaso (o vasi) interessati (ad esempio: cute, cuore, occhi) –, e anche alcune malattie dei muscoli.


Nutrizionista

Durante la prima visita dal nutrizionista verranno raccolte tutte le informazioni necessarie riguardanti il tuo stile di vita, le tue abitudini alimentari. le tue preferenze e la storia del tuo stato nutrizionale. Per poter elaborare nel migliore dei modi una dieta personalizzata.
Nel corso della visita dal nutrizionista si valuterà la presenza di stati fisiologici o patologici accertati attraverso tutta la documentazione medica aggiornata in tuo possesso comprensiva degli esami del sangue. Nell’eventualità si possono effettuare anche in studio Analisi del sangue: profilo glicemico, lipidico ed epatico.si potrebbero riscontrare altri test necessari da effettuare come: Recaller test, Test celiachia, test da carico del glucosio, valutazione dello stress ossidativo, breath test al lattosio, test helicobacter pylori, mineralogramma, test genetici, test disbiosi intestinale, test allergie alimentari su alimenti e inalanti.

In questo primo incontro si effettueranno anche degli esami strumentali vari a secondo dell’esigenza di ogni paziente. La strumentazione utilizzata sarà per esempio l’impedenziometria, attraverso la quale si garantisce la visualizzazione della massa grassa e magra, nonché la situazione idrica intra e extra cellulare.

Visita Ortopedica

La visita ortopedica è una visita concentrata sullo stato di salute dell'apparato locomotore, cioè delle ossa, delle articolazioni e dei muscoli, sia in condizioni normali che in seguito a traumi. A condurla è uno specialista ortopedico.

La visita ortopedica permette di studiare la struttura e la funzionalità dell'apparato locomotore per diagnosticare patologie acute, croniche o degenerative a carico della colonna vertebrale, degli arti superiori (spalla, gomito, mano e polso) o degli arti inferiori (anca, ginocchio, piede e caviglia). Fra le più frequenti sono incluse l'artrosi, i problemi al menisco, le lesioni ai legamenti del ginocchio e della cuffia dei rotatori, la sindrome del tunnel carpale, l'alluce valgo, il neuroma di Morton, la sindrome da compressione del nervo ulnare e la fascite plantare. Inoltre la visita ortopedica può essere utile in seguito a traumi che possono aver leso le strutture dell'apparato locomotore.


Visita Neurologica

La visita neurologica permette di rilevare eventuali patologie o disturbi che colpiscono il sistema nervoso centrale o quello periferico, cioè il cervello, il cervelletto, il midollo spinale, il tronco encefalico, il tronco nervoso, i gangli, le radici e i plessi extraviscerali e intraviscerali.

Attraverso la visita neurologica è possibile capire se un paziente ha un problema neurologico (ad esempio una malattia, oppure una lesione) ed eventualmente dove è localizzato.

Durante una visita neurologica il medico si informa sulla storia clinica e familiare del paziente, sul suo stile di vita e sui sintomi con cui ha a che fare. A questa prima fase segue un esame neurologico che può prevedere l'analisi dello stato mentale, delle funzioni simboliche (linguaggio, movimenti e riconoscimento di suoni, oggetti e colori), dei nervi cranici, del sistema motorio e della coordinazione dei movimenti, del sistema sensitivo e delle funzioni autonomiche (cioè quelle dei centri nervosi che controllano le funzioni vitali). Il medico può ad esempio valutare il senso di equilibrio e quello di orientamento, i riflessi, la reazione degli occhi agli stimoli visivi e quella alle vibrazioni sulla pelle.


Psicoterapeuta

Lo psicoterapeuta è un professionista – medico o psicologo – autorizzato all'esercizio della psicoterapia dall'Ordine professionale di appartenenza. Il suo intervento mutua le tecniche dai numerosi modelli applicativi della psicologia, ed ha lo scopo di curare i disturbi di origine psichica.

Si può pensare che recarsi dallo psicologo o dallo psicoterapeuta significhi prendersi un impegno che durerà necessariamente anni e anni. Questo può scoraggiare chi avrebbe bisogno di una cura e magari rinunciarvi per paura di non potersela permettere. Oggi però esistono diverse possibilità e orientamenti terapeutici brevi, che riescono a risolvere molti comuni problemi in poco tempo, spesso entro le dieci sedute.